Disturbi di personalità

La personalità di un individuo è data dall’insieme di caratteristiche, o tratti stabili, che ciascuno possiede e che lo caratterizzano nella vita quotidiana in condizioni ordinarie. Esempi di questi tratti stabili sono il tratto dipendente, il tratto ossessivo, il tratto della sospettosità, il tratto narcisista o della seduzione.

Assumendo che il tratto sia una dimensione continua, ne consegue che i Disturbi della Personalità (DP) si instaurano quando uno specifico tratto di base assume caratteristiche abnormi, si presenta in maniera eccessiva o troppo rigida e inflessibile oppure in tutte le circostanze della vita. Ad esempio, alcuni soggetti tendono sempre a dipendere dagli altri mostrando grande difficoltà nel riconoscere e nell’esprimere il proprio punto di vista; altri, invece, sono sempre volti a raggiungere grandi mete nella vita tanto da perdere di vista tutto ciò che concerne il piacere.

I Disturbi di Personalità (DP) possono essere considerati quindi come varianti patologiche della personalità normale.

Per la trattazione di ciascun disturbo di personalità faremo riferimento alle categorie diagnostiche individuate e proposte per il DSM V:

  •  Disturbo Evitante di Personalità
  • Disturbo Narcisistico di Personalità
  • Disturbo Borderline di Personalità
  • Disturbo Ossessivo-Compulsivo di Personalità
  • Disturbo Antisociale di Personalità
  • Disturbo Schizotipico di Personalità

Dott.ssa Michela Colarieti

Condividi questo Articolo!